Regolamento Interno A.S. 2014/2015

(clicca qui per scaricare il regolamento)

NORME GENERALI
Il Centro Servizi per l’Infanzia inizia le attività educative ogni anno il primo giorno lavorativo del mese di settembre e rimane aperta tutto l’anno tranne la settima di metà agosto.

La struttura è aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 16.00 la scuola dell’Infanzia paritaria e il nido d’infanzia, dalle 7.45 alle 18,30 il servizio di baby parking (in caso di necessità verrà valutata l'ipotesi di apportare delle variazioni agli orari anticipando o posticipando sulla base delle esigenze di ogni singola famiglia).
I genitori dovranno venire a prendere i loro bambini entro le fasce orarie scelte al momento dell'iscrizione.
Le ore eccedenti rispetto al mensile pattuito saranno conteggiate al momento del pagamento del mensile successivo con tariffa oraria maggiorata.

Nel caso in cui i genitori, o chi per essi, non possano per qualsiasi ragione venire a prendere il bambino/a, devono comunicarlo tempestivamente al personale della scuola unitamente ai dati di coloro che se ne assumono l'impegno, in caso contrario la scuola non consegnerà il bambino.

Si consiglia l'ingresso del bambino in struttura entro le ore 9.00 affinché possa partecipare alle attività in programma per la mattina.

Nel rispetto dell'equilibrio di tutti i bambini e dei loro orari di sonno chiediamo ai genitori di tenere il tono della voce basso quando si trovino in struttura e, benché la tentazione possa essere forte, di evitare visite improvvise e fuori programma.

CORREDO: cambio completo di abbigliamento, bavaglini, pannolini, salviette, un biberon e ciuccio (solo per i bambini che ne fanno uso), lenzuola per culletta e cuscino (solo per i bambini che ne fanno uso), un grembiulino plastificato.

I genitori sono tenuti a contrassegnare con il nome gli indumenti e gli oggetti dei bambini, in caso contrario il Centro Servizi per l’Infanzia declina ogni responsabilità per l'eventuale smarrimento degli stessi.

INSERIMENTO NUOVI ISCRITTI: l'inserimento è un momento delicato poiché implica una separazione dai genitori, dall'ambiente e dalle abitudini familiari; da ciò e dal temperamento di ogni bambino, può dipendere la durata dell'inserimento (una, due o più settimane) che dovrà essere affrontato gradualmente con la presenza di almeno uno dei genitori. È importante programmare per tempo l'inserimento, perché ai genitori si richiede la disponibilità a collaborare con le insegnanti e a seguire le loro indicazioni per creare il clima più idoneo ad agevolare il proprio bambino/a.

LA MENSA: la struttura offre il servizio mensa che sarà garantito da una ditta specializzata e autorizzata dalla ASL. I genitori dei  bambini nei cui mensili non è già inclusa la spesa della mensa sono tenuti a comunicare la presenza dei bambini a pranzo entro le 9.15. In caso contrario la somministrazione del pasto non potrà essere garantita. I bambini che usufruiscono della mensa e che si assentano possono avere diritto alla decurtazione della spesa del pasto qualora i genitori comunichino l'assenza entro le 9.15, in caso contrario verrà comunque addebitata.
Per i più piccoli sarà la famiglia a fornire i pasti da somministrare. In tal caso è preferibile che i cibi siano già pronti e solo da riscaldare.
A tutela della salute dei bambini è permesso solo l'ingresso di alimenti preventivamente autorizzati dal personale (non sono ammesse patatine in busta e simili, merendine farcite e simili).

NORME DI SICUREZZA
locali scolastici e bambini sono coperti da assicurazione;
la struttura è a norma in materia di sicurezza e salute sul posto di lavoro (ex D.Lgs. 626);
la struttura dispone di cassetta di pronto soccorso  contenente il necessario per far fronte ad eventuali piccoli incidenti.

NORME IGIENICO – SANITARIE
DOCUMENTI NECESSARI:
certificato delle vaccinazioni effettuate;
certificato medico attestante lo stato di buona salute.

Per tutelare la salute di tutti non sono ammessi bambini febbricitanti o affetti da disturbi sospetti di possibile contagio (congiuntivite, infezioni della bocca e della pelle).

Per prevenire un possibile contagio, i genitori sono pregati di avvertire la scuola non appena siano consapevoli di una malattia esantematica o comunque contagiosa.

Al personale della scuola è fatto obbligo di avvisare tempestivamente i genitori o chi per loro e a dimettere i bambini dalla struttura quando si presentino i seguenti sintomi:
- febbre superiore ai 37;
- diarrea (più di tre scariche);
- vomito (se ricorrente).

In caso di malattie esantematiche:
il bambino dovrà assentarsi per il numero di giorni previsto dall'autorità sanitaria per le specifiche malattie;
il bambino sarà riaccolto a guarigione clinica avvenuta dietro presentazione di certificato medico.

Il certificato medico è comunque indispensabile dopo cinque giorni di assenza per malattia.

Le educatrici non somministrano medicinali ai bambini, salvo eccezioni, dietro prescrizione medica e autorizzazione scritta del genitore che se ne assume la responsabilità.

Essendosi già verificati episodi di febbri e malesseri in seguito alla somministrazione dei vaccini, la direzione chiede ai genitori di sospendere la frequenza dei piccoli nel giorno interessato e di monitorarne lo stato di benessere anche nei giorni successivi.

NORME D'ISCRIZIONE E DI PAGAMENTO
L’iscrizione prevede un versamento di 70 € che ha validità annuale, è obbligatoria e non è rimborsabile.

Il periodo di inserimento si paga a parte ed è conteggiato con tariffa oraria piena (5 €).

Le rette scolastiche si pagano anticipatamente entro i primi cinque giorni del mese. In caso di assenza del bambino le rette non verranno ne rimborsate ne ci sarà possibilità di recuperare le ore nei mesi successivi.

Le rette comprendono le spese di gestione e verranno di anno in anno valutate ed eventualmente aggiornate.

In caso di frequenza di fratellini si applicheranno delle tariffe agevolate.

Le rette, per andare incontro ai genitori che hanno bisogno di lasciare i loro bambini per un alto numero di ore, sono elaborate in base a un principio di proporzionalità: con l’aumentare del monte ore mensile la tariffa oraria diminuisce e viceversa, e con il diminuire del monte ore mensile la tariffa oraria aumenta.
Per poter usufruire di tali tariffe agevolate, il mensile concordato al momento dell’iscrizione dovrà essere garantitoper tutto l’anno quindi anche in caso di assenza del bambino o di chiusura della struttura per le festività annuali (calendario stabilito da decreto della Regione Sardegna) compresa la settimana di ferragosto (a tale proposito si allega dettagliato calendario delle festività dell’intero anno).
Limitatamente al mese di agosto, nel caso in cui i genitori decidessero di non far frequentare al proprio figlio il Centro Educativo per l’Infanzia, sarà dovuta la retta mensile calcolata per 1/3, al fine del mantenimento della tariffa agevolata e del il diritto all'iscrizione per l’anno successivo.
Nel caso in cui i genitori comunque preferiscano recedere perderanno il diritto a tali agevolazioni e le ore verranno conteggiate facendo riferimento alla normale tariffa oraria del baby-parking (5 € all'ora).
A tale regola è prevista solo una deroga (es. cambiamento definitivi negli orari di lavoro dei genitori), in tal caso però la diminuzione del monte ore non può essere soggetta a continui sbalzi per evidenti motivi di organizzazione interna.

Variazione nelle presenze:
in caso di variazione nel numero delle presenze, i genitori dovranno far pervenire in direzione, entro il 15 del mese precedente, richiesta scritta indicando chiaramente il nuovo orario che si intende coprire.

Disdetta:
qualora si voglia interrompere la frequenza del bambino è necessario presentare in direzione richiesta scritta entro il 15 dei due mesi precedenti. (es: entro il 15 di novembre va presentata la disdetta per gennaio).
In caso contrario la direzione si riserva di esigere il pagamento delle due mensilità.

Per qualsiasi chiarimento rivolgersi in segreteria.